Igiene e Prevenzione

Orari
Lunedì:
12:30 – 19:00
Martedì:
09:00 – 13:00 | 14:00 – 19:00
Mercoledì:
09:00 – 13:00 | 14:00 – 19:00
Giovedì:
09:00 – 13:00 | 14:00 – 19:00
Venerdì:
09:00 – 13:00 | 14:00 – 19:00
Sabato:
Chiuso
Domenica:
Chiuso
Parla con un esperto

    La prevenzione dentale è alla base di tutto il lavoro di Smile Up. Il nostro obiettivo è sensibilizzare i bambini all’importanza di un’adeguata e regolare igiene orale per ridurre il rischio di carie, infiammazioni e infezioni già dai denti da latte, intercettando sul nascere qualsiasi problematica. Dopo la prima visita dentale gratuita studiamo e proponiamo un piano di cura e un programma di prevenzione unici e personalizzati per mantenere nel tempo uno stato di salute ottimale.

    Eliminare la placca… spacca!

    È più facile eliminare la placca se lo facciamo insieme. Chiamata anche biofilm, la placca è una patina che ricopre la superficie del dente, composta da batteri e residui di cibo. Se non viene rimossa in breve tempo può causare carie e infiammazioni gengivali, e a lungo andare si mineralizza diventando tartaro, impossibile da rimuovere con il semplice spazzolino.

    Ma noi la sconfiggiamo in tre mosse:

     

    Guided Biofilm Therapy

    L’igiene dentale dolce e a zero sensibilità

    Per la pulizia dei denti Smile Up ha scelto la metodologia più evoluta, denominata GBT (Guided Biofilm Therapy). Una tecnica dolce e poco invasiva, che riduce la necessità di strumentazione meccanica e risolve totalmente i problemi di sensibilità gengivale. La rimozione del biofilm sopra e sottogengivale avviene attraverso l’utilizzo di polveri sottili e assolutamente non dolorose, secondo i più elevati standard approvati dalle comunità scientifiche internazionali.

    1

    RILEVAZIONE
    Mediante l’applicazione di un rilevatore di placca l’igienista rende visibili le aree più sporche, individuando dove intervenire in modo mirato e consigliando le migliori manovre per prevenirne la riformazione con l’igiene a casa.

    2

    RIMOZIONE
    Placca e macchie vengono rimosse con polveri tecniche sottilissime, indolori e che non lasciano traumi.

    3

    DETARTRASI
    Alla fine l’eventuale tartaro residuo viene eliminato con uno strumento a ultrasuoni, che interviene in modo più preciso e riduce i tempi di intervento rispetto alle tecniche più tradizionali.

    È consigliabile fin dal primo dentino l’igiene orale quotidiana, con una piccola quantità di dentifricio fluorato e uno spazzolino specifico per dimensione e struttura. L’igiene orale dovrebbe essere ordinaria e avvenire due volte al giorno (mattina e sera) sotto la guida dei genitori

    I denti dei bambini, almeno fino ai 6 anni di età, devono essere lavati dai genitori. È giusto che i piccoli sperimentino e provino a lavare i denti da soli ma poi mamma o papà devono ripassare e controllare che siano stati lavati correttamente. È preferibile utilizzare lo spazzolino tradizionale con dentifricio fluorato (in funzione dell’età) per permettere ai bambini di acquisire la corretta manualità. Vanno pulite bene tutte le superfici dei denti, senza dimenticare guance e lingua. A partire dai 3 anni è altamente consigliato l’utilizzo del filo interdentale.

    I denti dei bambini si sporcano come quelli degli adulti. Se la placca non viene rimossa, si mineralizza diventando tartaro. Il tartaro cristallizzato non è rimovibile con le normali manovre di igiene orale e richiede una seduta di igiene professionale.

    Dipende molto dallo stato di salute dei denti del bambino. Ci sono pazienti non predisposti al tartaro e con un’ottima igiene, quindi la seduta può essere posticipata all’arrivo dei denti permanenti, verso i 6 anni. Alle volte però, quando l’igiene non è ottimale e il bambino ha una salivazione piuttosto calcarea, è utile sottoporlo a sedute di igiene anche a 3 – 4 anni di età. Ogni caso va accuratamente valutato.

    Il consiglio è avvicinare i bambini all’igiene orale attraverso il gioco e il divertimento. Lasciate che i bambini sperimentino e che provino a lavarsi i denti da soli e prendano confidenza e manualità con lo spazzolino, e leggete libri a tema. Ce ne sono molti e risultano molto interessanti ed educativi. Successivamente, spiegate al bambino che voi dovete controllare e migliorare la loro igiene in modo da pulire bene i loro dentini.

    Fluoroprofilassi

    Fluoro sì, ma nelle dosi giuste

    Un passaggio fondamentale nella prevenzione di carie e problemi dentali è la fluoroprofilassi. Il fluoro è un minerale che rende più resistente lo smalto dei denti agli attacchi della placca batterica. Oggi trovi tutto il fluoro che ti serve già nel tuo dentifricio: verifica che vi sia una concentrazione non oltre i 1000 ppm per bambini fino a 6 anni, e tra i 1000 e i 1500 dai sei anni in su, e usalo non più di due volte al giorno già dal primo dentino.

    Evita gli eccessi, come l’integrazione di fluoro in gocce. L’eccesso di fluoro, se non prescritto, determina il rischio di fluorosi, patologia che provoca macchie e difetti funzionali e di estetica.

    Il fluoro è universalmente riconosciuto come la sostanza più efficace nell’azione anti carie.
    Assieme all’utilizzo dello spazzolino e alla sigillatura dei solchi è uno dei presidi consigliati a tutti i bambini in età evolutiva (Ministero della Salute: Linee guida nazionali per la promozione della salute orale e la prevenzione delle patologie orali in età evolutiva).

    Il fluoro agisce da un lato sui batteri della placca, impedendo la produzione degli acidi responsabili della carie, dall’altro entrando a far parte della composizione chimica dello smalto dei denti rendendoli più forti e resistenti.

    A oggi le linee guida ministeriali ritengono che il modo migliore per far somministrare il fluoro ai piccoli sia quello topico, ossia attraverso l’utilizzo di una piccolissima quantità di fluoro sullo spazzolino a partire dal primo dentino. L’utilizzo del fluoro sistemico (gocce o pastiglie) è invece indicato solo per alcuni casi selezionati.

    La fluorosi (eccesso di fluoro) è una malattia dovuta all’assunzione protratta di un quantitativo eccessivo di fluoro, spesso legata all’assunzione di acqua fluorata o eccessiva somministrazione di fluoro attraverso gocce, pastiglie o abuso di dentifrici fluorati (che spesso i bambini ingeriscono). Si presenta con macchie antiestetiche che variano dal bianco al giallo-marrone distribuite sulle superfici dei denti, con diversi livelli a seconda della gravità.

    Sigillatura dei solchi

    Rapida, non invasiva e senza effetti collaterali. È la sigillatura dei solchi, una tecnica preventiva sicura ed efficace nei bambini per ridurre la formazione di carie nei solchi dei denti permanenti. I solchi sono le superfici con cavità e fossette sulla parte superiore di molari e premolari, che compaiono già intorno a 6 anni dietro a tutti i denti da latte.

    Pulirli in profondità è molto difficile. Ecco perché anche il Ministero della Salute raccomanda  l’intervento di sigillatura. Il trattamento parte da un’accurata pulizia del dente, preparato poi con un gel acido che rende assorbente la superficie. In seguito viene applicato materiale resinoso biocompatibile che rilascia fluoro e riempie il solco, in modo che la placca non ristagni sulla superficie.

    Vantaggi

    1

    Il trattamento è definitivo
    Una volta asciutto, il materiale resiste il tempo necessario (generalmente almeno due o tre anni) di completare il suo processo di uscita e mineralizzazione.

    2

    Il paziente non soffre
    La tecnica è assolutamente indolore e molto veloce. Inoltre non richiede anestesia e non ha alcuna controindicazione di lungo periodo.

    3

    Evita interventi più seri
    La sigillatura è vera prevenzione. Consente di evitare terapie ben più impegnative come la cura della carie o peggio ancora l’estrazione precoce.

    Il momento migliore è quando erompono interamente i primi molari permanenti ossia tra i 6 e i 7 anni di età. È ripetibile anche sui premolari e sui secondi molari in pazienti con solchi molto profondi o particolarmente cariocettivi.

    La sigillatura dei denti è una procedura preventiva che serve a ridurre la probabilità che si formino carie sui denti permanenti che, oltre a essere in una posizione difficile da pulire per il bambino, sono caratterizzati da solchi profondi In cui facilmente si annida la placca.

    Oltre ad avere un’ottima igiene orale quotidiana e limitare il consumo di alimenti acidi e zuccherati, un ottimo modo per prevenire la carie è proprio la sigillatura dei denti.

    Generalmente 2-3 anni, il tempo sufficiente affinché il molare erompa totalmente e termini il suo processo di mineralizzazione; è però importante controllare il loro stato periodicamente dall’odontoiatra pediatrico.

    No, la sigillatura è una metodica rapida e indolore e non è richiesto l’utilizzo di anestesia.

    Orari
    • Lunedì 12:30 – 19:00
      Martedì – Venerdì 09:00 – 13:00
      14:00 – 19:00
      Sabato – Domenica Chiuso

    Mettiamoci in contatto

    Vuoi sapere come possiamo farti tornare il sorriso? Scrivici adesso ed entra subito in contatto con i nostri professionisti. Ti daremo senza impegno tutte le informazioni di cui hai bisogno per il benessere dentale tuo o del tuo bambino.

    I campi contrassegnati * sono obbligatori.

    Seguici sui nostri canali social