Osteopatia

Orari
Lunedì:
12:30 – 19:00
Martedì:
09:00 – 13:00 | 14:00 – 19:00
Mercoledì:
09:00 – 13:00 | 14:00 – 19:00
Giovedì:
09:00 – 13:00 | 14:00 – 19:00
Venerdì:
09:00 – 13:00 | 14:00 – 19:00
Sabato:
Chiuso
Domenica:
Chiuso
Parla con un esperto

    Osteopatia a Sirmione

    Con noi sei in buone mani

    L’osteopatia si occupa principalmente dei problemi strutturali e meccanici di tipo muscolo-scheletrico, a cui possono associarsi alterazioni funzionali degli organi interni e del sistema craniosacrale. Una postura scorretta può provocare continui problemi quali pirosi (bruciori di stomaco), stipsi (stitichezza), dismenorrea (dolore mestruale), cefalea (mal di testa). Poiché in osteopatia si ha una visione olistica del corpo umano, è valida anche l’idea contraria: un problema funzionale organico-viscerale (dell’intestino, dell’apparato ginecologico ecc.) può provocare dei dolori di tipo muscolo-scheletrico.

    L’osteopatia è una terapia manuale che si affianca alla medicina tradizionale per renderla ancora più efficace. Si fonda sul contatto manuale con il paziente, per individuare le alterazioni funzionali del corpo che portano a dolori localizzati di varia intensità. L’osteopata è in grado di muoversi dal sintomo per risalire alla sua causa, definendo la diagnosi e il miglior trattamento per il benessere generale del paziente, e andando quindi ben oltre la sola eliminazione del fastidio.

    L’origine dell’osteopatia

    L’osteopatia è stata fondata alla fine del XIX dal chirurgo americano Andrew Taylor Still, che per primo scoprì le relazioni esistenti tra l’equilibrio funzionale dell’insieme delle strutture del corpo e la salute.

    Osteopatia, i principi fondamentali

    L’innovazione introdotta dal metodo osteopatico consiste in alcuni principi cardine che ancora oggi sono alla base dell’intero processo di cura:

    1

    Unità del corpo. La persona è vista nella sua globalità come un sistema composto da muscoli, strutture scheletriche ed organi interni che trovano il loro collegamento nei centri nervosi della colonna vertebrale. Ogni parte – compresa la mente – è dipendente dalle altre e il corretto funzionamento di ognuna assicura quello dell’intera struttura.

    2

    Relazione tra struttura e funzione. La perfezione di ogni funzione è legata alla perfezione della struttura portante: se l’equilibrio tra le parti è alterato ci si trova di fronte a una disfunzione osteopatica, caratterizzata da una zona corporea in cui è andata persa la corretta mobilità. L’organismo reagirà a tale disequilibrio creando delle zone di compenso e di adattamenti corporei non favorevoli al benessere generale dell’organismo.

    3

    Autoguarigione. In Osteopatia non è il terapeuta che guarisce, ma il suo ruolo è quello di eliminare gli “ostacoli” alle vie di comunicazione del corpo al fine di permettere all’organismo, sfruttando i propri fenomeni di autoregolazione, di raggiungere la guarigione. L’Osteopatia mira a ristabilire l’armonia della struttura scheletrica di sostegno al fine di permettere all’organismo di poter trovare un proprio equilibrio ed un proprio benessere.

    Cosa cura l’osteopatia

    Grazie a questi principi, l’osteopatia è adatta a persone di tutte le età e condizioni, dal neonato all’anziano, comprese le donne in gravidanza. Si rivela efficace per risolvere diversi disturbi che spesso impediscono di poter condurre una vita serena.

    Affezioni muscolo-scheletriche

    Dolori cervicali, lombari, dorsali, colpo di frusta, lombosciatalgie, distorsioni alle caviglie e alle ginocchia, sciatalgie, tendiniti, blocchi articolari, contratture, retrazioni muscolari, scoliosi, iperlordosi, ipercifosi, artrosi delle articolazioni, protrusioni, ernie discali, discopatie, tendiniti, epicondiliti, epitrocleiti, infiammazioni dei tendini della cuffia dei rotatori e periartriti scapolo-omerali, spalla congelata, traumi sportivi, dorso curvo giovanile, tunnel carpale, tunnel di Guyon, borsiti, cervico-brachialgie, dolore lombo-sacrale, dolore al coccige, dolori di origine traumatica, pubalgie, dolori post-chirurgici, dismetrie degli arti inferiori, dito a scatto, rigidità e ridotta mobilità articolare, torcicolli, tamponamenti stradali, asimmetrie del bacino e della colonna, reumatismi, nevralgie intercostali, problemi alle anche, dolori meniscali, cruralgie, parestesie arti superiori e inferiori, dolore al tallone.

    Disordini cranio-sacrali

    Emicranie, cefalee, problemi visivi, acufeni, vertigini, otiti, riniti, nevralgie, dolori retro-oculari, malattia di Mèniere, stanchezza cronica, astenia, disturbi del sonno, ipercinesia, stress psico-emozionali, traumi cranici, disturbi dell’apprendimento, disturbi della concentrazione, problemi post-partum, disturbi dell’equilibrio.

    Affezioni odontoiatriche

    Dolori all’articolazione temporo-mandibolare (ATM), dolori all’occlusione, bruxismo (serrare i denti, digrignare), dolori alla masticazione, malocclusioni dentali, dolori all’orecchio e irradiati, blocchi articolari mandibolari in apertura od in chiusura della bocca, traumi facciali, click mandibolari.

    Disordini viscerali

    Colon irritabile, difficoltà digestive, stitichezza (stipsi), reflusso gastro-esofageo, gastriti, irregolarità intestinale, ciclo mestruale doloroso e/o irregolare, cicatrici post-partum, adrenze cicatriziali post-intervento, problemi respiratori, ernie iatali e ombelicali, ptosi viscerali, asma, dispepsia, problemi circolatori arti superiori ed inferiori, colite, acidità gastrica, flatulenza, meteorismo intestinale.

    Affezioni gineco-urinarie

    Dolori mestruali, incontinenza urinaria, dolori al basso bacino, cistiti, irregolarità del ciclo mestruale (dismenorrea), incontinenza, ipertrofie prostatiche, dolore alla diuresi.

    Disordini della gravidanza

    Edema arti inferiori, dolori lombari e inguinali, sindrome del tunnel carpale, lombosciatalgie, problemi digestivi, incontinenza, cefalea, depressione post-partum, alterazione del tono dell’umore, stanchezza cronica, stress, emorroidi, problemi circolatori degli arti superiori ed inferiori, congestioni venose.

    Affezioni pediatriche

    Disturbi del sonno, ritardo psico-motorio, coliche gassose, difficoltà di apprendimento, disturbi della concentrazione, stati di ipercinesia e/o ipocinesia, rigurgiti, problemi digestivi, malocclusioni dentali, torcicollo miogeno congenito, problemi della suzione, otiti ricorrenti, piede equino, scoliosi, riniti, sinusiti.

    L’osteopatia può aiutare la crescita già partire dall’età neonatale. Spesso è utile per prevenire e correggere impercettibili disfunzioni legate all’esperienza del parto. Permette inoltre di verificare lo sviluppo corretto di ossa e muscolatura in tutte le fasi successive, dall’acquisizione della posizione eretta al corretto ed equilibrato processo di crescita, prevenendo problematiche di natura posturale.